Omologazione

Omologarsi agli altri, al pensiero comune. Quanto di più semplice si possa fare per non emergere dalla massa, evitando di rendersi misurabili, giudicabili. Per fortuna c’è ancora chi ha la forza di cercare di essere se stesso. E possiamo chiamarlo pazzo o eroe: poco importa.

Tu sei un illuso che segue un’illusione.

Ti senti diverso perché hai delle idee, e delle emozioni che ti fanno respirare forte.

Ti senti perso perché non vuoi cedere alla mediocrità, e continui a disperdere energie cercando di abbattere il muro dell’ipocrisia che ti circonda.

Hai tempo da perdere, se combatti le tue battaglie.

Hai carne da lacerare, e sangue che altri berranno.

Sei destinato a perdere, c’è solo da chiedersi quando questo succederà.

Non è un inizio, non è un fine: è LA fine.

E’ un disperato tentativo di sentirti un eroe, sfidando il tempo e il comune senso del pudore.

La morale della massa, quella stessa in cui tu ostinatamente non vuoi entrare.

Tu sei l’ultimo paladino, destinato a soccombere come tutti gli altri.

Cieco combattente che non si accorge che non c’è possibilità di vittoria.

Salvati, tu che ancora puoi. Salva la tua vita. Salvati, se vuoi, e diventa come noi.

Meglio essere uccisi mille volte, che uccidere una sola volta la propria dignità”

About Davide Piazzi

Scrivo, leggo, penso. A volte ragiono
This entry was posted in Poesie (e dintorni) and tagged , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s